KTM 200 Duke Trophy KTM 200 Duke Trophy
Il Trofeo | Iscrizioni | La moto | Montepremi | Calendario e Classifiche | Partners | News | Contattaci
 

NEWS

ALESSANDRO COSTANTINO: DUKE 200 TROPHY ESPERIENZA FANTASTICA

 

 Alessandro Costantino è stato uno dei grandi protagonisti del KTM Duke 200 Trophy 2014. Dopo tre anni di inattività, a causa del budget risicato, Alessandro è tornato in sella con la naked della Casa Austriaca mettendosi subito in evidenza. Ha fatto sua la borsa di studio nel test di Modena e l’aiuto gli è servito per poter correre la stagione e debuttare con le ruote alte, dopo l’esperienza in Minimoto.

Carattere estroverso e simpatico, il giovanissimo pilota lombardo, ha ben presto fatto amicizia nel paddock con i suoi avversari e in pista non ha però fatto sconti a nessuno. Ha lottato, vinto una gara, a Franciacorta, e non si è mai tirato indietro dalla bagarre spalla a spalla. Si è giocato il titolo con Paolo Arioni nel finale thriller di Varano, dove ha fatto quello che doveva: stare davanti al rivale e sperare che qualche avversario si mettesse in mezzo a loro.

Alessandro è un ragazzo grintoso e dotato di buon talento, prova ne è il test svolto a fine stagione in sella a una 600 durante il quale ha ottenuto ottimi tempi nel giorno dell’esordio in sella a una pluri frazionata. Fa parte della nidiata di piloti interessanti che il trofeo riservato alla Duke ha scoperto quest’anno e dunque si spera possa progredire nella carriera di pilota.


La stagione si è conclusa. Che bilancio trai da questa prima edizione del KTM Duke Trophy?

“È stata una stagione fantastica e da ripetere assolutamente. Ho sfiorato la vittoria finale, ma devo dire di essermi  divertito moltissimo!”

Il momento più bello e quello più brutto della stagione

“ Il momento più bello è stato quello della prima gara, e della prima partenza. Tornare in moto dopo 3 anni di stop è stata un'emozione indescrivibile. Quello più brutto quando è finito il campionato e ho realizzato che dovevo rimanere senza andare in moto per tutto l'inverno.”

Un bilancio sul trofeo: cosa ti è piaciuto e cosa miglioreresti

il trofeo secondo me è perfetto così com'è e non c'è nulla da migliorare. Speriamo che funzioni anche con le nuove RC 390.

Cosa hai imparato da questa formula che mette tutti sullo stesso piano?

“Ho imparato che nel Duke 200 Trophy la moto conta pochissimo, perché sono tutte uguali. Quindi  viene evidenziato il pilota, si vede ogni sua caratteristica: sue capacità e potenziale.”

L'avversario più forte

“ Io parlerei di avversari più forti. Uno è stato Arioni con cui mi sono giocato il campionato fino all'ultimo a suon di punticini ogni gara. L'altro è stato il mio avversario fisico, quello che mi ha fatto sudare nelle gare, ovvero Lolli, con lui ci siamo dati sportellate pazzesche senza lasciare mai nulla all'altro. È veramente un gran pilota.”

Quali sono i tuoi programmi per il 2015?

“Per il 2015 purtroppo ancora non lo so. Le disponibilità sono poche. Spero in un buon progetto di KTM e che faccia bene come ha già fatto. Prima di salutare, voglio però ringraziare tutto lo staff di KTM che mi ha aiutato particolarmente quest'anno. Tutti i meccanici e tutti gli istruttori. Paolo Fabiano,  Filippo Delmonte, Sprinthouse che mi hanno dato la possibilità di correre assegnandomi la borsa di studio a inizio stagione. E ovviamente tutto questo è stato possibile anche grazie alla mia famiglia che ringrazio di cuore.”

del: 25/11/2014

Index | Next >>

 

 

NEWS DUKETROPHY

ALESSANDRO COSTANTINO: DUKE 200 TROPHY ESPERIENZA FANTASTICA
Il giovanissimo lombardo dopo il secondo posto in campionato racconta la stagione trascorsa
del 25/11/2014
   
GABRIELE RUJU: "DUKE 200 TROPHY ESPERIENZA FANTASTICA"
Il pilota romano racconta la sua stagione e i pregi della Duke 200 e del trofeo
del 11/11/2014
   

SOCIALIZE

 

MOTO KTM 200 DUKE


PROMOTERS


PARTNERS






 

  Copyright 2013 Sprinthouse S.r.l., Via B. Buozzi 1, 25125 Brescia
PI 03439020987 - REA 534181 - Cap. Soc. € 10.000 i.v.
Privacy Policy - Artwork: Ferriani.com